giovedì 30 ottobre 2014

Color spray - esperienza numero 2

La confeziona della Crayola di cui vi ho raccontato qui, conteneva anche l'aerografo di cui vi avevamo gia' parlato in questo post..



La prima cosa che mi ha colpito è stata la presenza di colori per tessuto e quindi abbiamo  realizzato subito due magliette.







Quando il colore sara' asciutto, ricordatevi di fissarlo con il ferro da stiro!!!





Crayola, finalmente i colori che piacciono a noi!



Avete mai pensato che in una scatola media di pennarelli ci sono sempre i soliti colori?
Non vi è mai capitato di sentire i bambini dire '' manca il rosa adatto per il viso del bambino, non c'è un giallo sole come serve a me, questo è troppo chiaro!!,, o ancora '' che brutto verde, come faccio a fare le foglie come dico io?,,

Da oggi i bambini potranno creare esattamente i colori che desiderano ed inventare sfumature nuove.


Crayola ci ha spedito un pacco contenente il Laboratorio dei Pennarelli,  un kit con tutto l'occorrente per creare esattamente i colori che ci piacciono e che non troviamo mai dentro le confezioni di pennarelli  tradizionali  .




Ma ora vi spiego come funziona: nella confezione trovate il laboratorio, i colori base, la parte esterna del pennerallo, le punte ed i tamponi.


Per prima cosa create il  colore prescelto (utilizzando la scheda con le miscele o andando di fantasia),


Inserite il tampone nelle provette e attendete che si sia ben impregnato









Ora prelevate il tampone dalla provetta (utilizzando la pinza in dotazione) ed inseritelo nel  corpo del pennarello a cui avrete precedentemente aggiunto la punta.

















Premete la leva gialla (serve ad esercitare la pressione necessaria a fissare la punta ed il tappo posteriore del pennarello) 









Etichettate il pennarello con il nome del colore che avete creato...

- viola uva schiacciata sul pavimento
- giallo giraffa
- rosa pelle di Nicla (la cuginetta)
- oro del Re
- arancione zucche dell'orto
- azzurro cielo quando fa freddo




















A questo punto i vostri pennarelli saranno pronti!! Ah...nella confezione trovate anche due scatole per tenere in ordine i vostri pennarelli.



Qui trovate una selezione di cio' che abbiamo realizzato con i prodotti Crayola

Aerografo a mano

Un bastimento carico di colori

Gessi ovunque

Color spray

mercoledì 29 ottobre 2014

Dalla A alla Z ...in inglese

Davide all'asilo ha iniziato le lezioni di inglese.

Cose semplici, ma evidentemente divertenti visto che a casa mi ha chiesto di ''ripassare'' quello che aveva imparato.

Curiosando on line, ci siamo imbattuti in una serie di video davvero carini.
Grazie ai personaggi dei cartoni animati preferiti dai piu' piccoli, consentono di  imparare l'alfabeto ed arricchire il vocabolario.

Ecco la nostra selezione:


Brambly Hedge ossia Bosco di Rovo





The Dinosaurs Train - Il treno dei dinosauri (questa è una canzoncina, un po' troppo veloce secondo me, ma evidentemente ai bambini piace il ritmo)



Percy    Giacomino



Peppa Pig









lunedì 27 ottobre 2014

Pigne...ancora pigne

L'anno scorso avevamo ''gnomizzato  le pigne'' utilizzando materiali di recupero.

Quest'anno abbiamo utilizzato il feltro (per sciarpa e cappello)  ed abbiamo aggiunto un  nastro sul retro della pigna per poterle appendere all'albero di Natale.

Che ne dite?








giovedì 23 ottobre 2014

Halloween...a tavola



Quest'anno abbiamo deciso che per Halloween ci dedicheremo alla decorazione della tavola ed alla preparazione di cibi a tema.

Siete in cerca di ispirazione?? Allora date un'occhiata alla nostra bacheca pinterest (qui

 

Nel frattempo, vi ricordate la vera storia di Jack O' lantern? No?

E allora, se avete voglia,  ripassatela qui.


lunedì 20 ottobre 2014

Marc Chagall a Milano

Tra poco andremo a vedere la mostra di Chagall a Milano (link mostra)

Nel frattempo vi ripropongo il post che avevo scritto parecchio tempo fa  proprio su Chagall








venerdì 17 ottobre 2014

Planning settimanale da un pannello magnetico di recupero

In cantina abbiamo trovato questo pannello magnetico , 
 decisamente rovinato.


Con un po' di vernice effetto lavagna, colla e qualche nastro abbiamo preparato il nostro planning settimanale da appendere in cucina per avere sempre sott'occhio 
gli impegni di tutti, i menù e molto altro






Con la matita abbiamo tracciato le linee per suddividere in sei parti uguali il pannelo (uno per ogni giorno della settimana, sabato e domenica nello stesso riquadro)
Un po' di colla sulle linee


Ed ora appoggiamo
 e fissiamo i nastri...











Con un po' di vernice oro abbiamo scritto i giorni della settimana ed aggiunto qualche decorazione fatta con gli stampini.






I bambini hanno ritagliato le immagini di biscotti, crostate, toast e cereali. Alla domenica sera decidono  il menù settimanale della colazione.








Con un po' di nastro avanzato ed alcuni dischi magnetici, abbiamo preparato qualche magnete.

Ed ora siamo pronti per aggiungere impegni, pasti e memo al nostro planning

mercoledì 15 ottobre 2014

venerdì 10 ottobre 2014

Esopo ed Archimede

Conoscete questa favola di Esopo?


LA CORNACCHIA e LA BROCCA
Una cornacchia mezza morta di sete trovò una brocca che una volta era stata piena d'acqua. Quando infilò il becco nella brocca per abbeverarsi, si rese conto che vi era rimasto soltanto un goccio d'acqua sul fondo. Provò e riprovò inutilmente.
D'un tratto le venne un'idea e, preso un sasso, lo gettò nella brocca.
Poi prese un altro sasso e lo gettò nella brocca.
Ne prese un altro e gettò anche questo nella brocca.
Ne prese un altro e gettò anche questo nella brocca.
Ne prese un altro e gettò anche questo nella brocca.
Ne prese un altro e gettò anche questo nella brocca.
Ne prese un altro e gettò anche questo nella brocca.
Pian piano vide l'acqua salire verso di sé e, dopo aver gettato ancora altri sassi riuscì a bere salvandosi la vita.
A poco a poco si arriva a tutto.


Al termine di ogni favola di Esopo, discutiamo con i bambini il senso di quanto abbiamo letto, la morale nascosta tra le righe.
Ieri invece la domanda è stata : ''ma perchè l'acqua sale dopo aver messo sassi?''
E allora, una volta a casa, abbiamo sperimentato il principio di Archimede.

http://www.giovannibrunonapoli.it/web%20da%20vinci/pro_html/protagonisti%20del%20pensiero%20scientifico/archimede.htm



Abbiamo riempito un bicchiere con l'acqua e disegnato una tacca per indicarne il livello.



I bambini hanno aggiunto i sassolini ed hanno verificato cosa è accaduto all'acqua, ed hanno così scoperto come ha fatto la cornacchia ad abbeverarsi.








Share it