giovedì 31 maggio 2012

Un bastimento carico di .......colori!





Abbiamo ricevuto un pacco da Fattore Mamma , con all'interno quattro prodotti della Crayola.

Ai bambini sembrava Natale..
Nei prossimi giorni li proveremo tutti e ve ne parleremo sul blog.
Nel frattempo , ecco cose conteneva il pacco...


martedì 29 maggio 2012

...e naturalmente il bruco ...diventa una farfalla!

Dopo aver dipinto il bruco sulle foglie (qui), non potevamo che fare il passo successivo e dipingere le farfalle.
Abbiamo disegnato il corpo con un pennarello indelebile, poi messo un po' di colore su una metà della foglia e poi....schiaccia schiaccia...massaggia massaggia...ed ecco le nostre farfalle.
















,


Qui  , le foglie aspettano di asciugare,ma siccome si è alzato il vento.....meglio mettere una pietra o due per tenerle ferme.... ;-)

lunedì 28 maggio 2012

best from pencils waste....ossia ....non si butta via nulla!!

 

Oggi ho temperato tutte le matite dei bambini e dopo questa attività avevo una vescica su un dito e una scatola piena di 'scarti.'. 
Ho fissato quell'arcobaleno di colori per un po', la casualità dei colori caduti nella scatola e delle sinuose forme prodotte da un semplice temperamatite mi hanno fatto venire voglia di creare qualcosa. 
Cosi con i bambini abbiamo preso un piatto bianco ad abbiamo iniziato a scegliere le forme piu' belle.
Poi dopo aver usato tutti i trucioli abbiamo visto che sul fondo della scatola era rimasta una polvere dai colori magici  e abbiamo iniziato a comporre cuori, cerchi, un sole e molto altro.
Ci siamo aiutati  con le formine dei biscotti e questo è il risultato.

















sabato 26 maggio 2012

per fare un bruco....ci vuole una foglia!!

Questa mattina mi stavo lamentando del fatto che un angolo del giardino è infestato da piante che producono foglie giganti! ....ho pensato di sfruttare questo inconveniente utilizzandole come fogli(e) da disegno.


Così:





 
 









lunedì 14 maggio 2012

La gallina di Marc ovvero come una lite puo' condurre a nuove scoperte

Antefatto:
Domenica mattina, tranquilla colazione in famiglia .I bambini iniziano a disegnare e Davide colora la nostra famiglia , dipingendo i capelli di Matteo come una sorta di pagoda blu.



Davanti a quello spettacolo 'ingiurioso' Matteo si innervosisce sostenendo che lui li ha dritti e biondi e ritiene sia suo diritto modificare il disegno del fratello per riportare la verità a galla.
Ne inizia una discussione senza fine, Davide da un lato continua ad affermare ' io sono piccoco!! io sono piccoco' (e quindi disegno come mi pare) e Matteo dall'altro 'ma io non sono così allora lascialo fare a me'

Vorrei urlare un BASTAAAAAAAAAAAAAAA ma siccome è domenica mattina..e vorrei che fosse una giornata di relax fino a sera, allora cerco di mantenere la calma e spiego che ognuno vede e sente le cose in modo diverso e quindi le rappresenta in modo differente.
Per avallare la mia teoria prendo alcuni libri d'arte , Dalì, Magritte, Ernst, Otto Dix; Caravaggio, Arcimboldo e infine Chagall...e li dispongo sul tavolo..un po' stile mercatino.


Iniziano a sfogliarli....




Cattura la loro attenzione un libro acquistato moltissimi anni fa durante una mostra di Chagall alla Fondazione Mazzotta di Milano.


Si intitola 'Chagall , il teatro dei sogni, di Cristina Cappa Legora ed.Mazzotta Ragazzi.

Inizia così:

In un pollaio della grande Russia c'è una gallina che racconta tutte le sere la stessa storia. Dice di essere stata, in gioventù, l'amica del cuore di un pittore famoso: Marc Chagall. Secondo il suo racconto tutto iniziò una notte d'estate , sotto le stelle.

Ed è proprio guardando  la gallina di Chagall (confrontandola con quelle della vicina di casa!) che Matteo si è rassegnato ad avere capelli a pagoda tendenti al blu nei disegni di suo fratello.


Hanno disegnato le loro  'galline di Chagall'  (hanno 'arruolato' anche il papà) ed hanno deciso di proseguire questo viaggio nell'arte leggendo le avventure narrate nel libro .







Prossimamente ci aspetta un musicista volante e per giunta verde, una capra sul tetto, le strade di Vitebsk e chissà quante altre stranezze ancora.....

sabato 12 maggio 2012

Dipingere con il metodo del pendolo

Oggi abbiamo approfittato della bellissima giornata di sole per provare  la 'pittura con il pendolo'
E' stato il nostro primo tentativo e dobbiamo apportare dei miglioramenti, ma siamo comunque soddisfatti dei risultati.


Vediamo cosa vi occorre:
b) alcuni bicchieri di plastica
c) uno spago
d) un punto in cui appendere il bicchiere , perpendicolare al terreno . Noi l'abbiamo appeso al ramo dell'albicocco, ma va bene anche un filo da stendere o qualunque altra cosa purche' consenta il movimento 'a pendolo' del bicchiere
e) colori a tempera




Per prima cosa praticate un piccolo foro al centro del bicchiere. Il nostro primo errore è stato quello di realizzare un foro troppo piccolo che ha quindi rallentato la  discesa del colore. Deve essere adeguato alla densità del colore (ipotizziamo un foro di 3/4 millimetri) 
Ora appendetelo in posizione.
 

 Preparate il colore in un altro contenitore aggiungendo un po' d'acqua e mescolate bene per evitare che il foro si tappi.
Ora non dovete far altro che versare il colore nel bicchiere appeso, dare una lieve spinta e  lasciarlo oscillare 

Non resta che osservare l'effetto che produce.










giovedì 10 maggio 2012

com'è fatta una cellula?

Domenica, ennesimo tentativo per sfuggire alla noia da pioggia primaverile, siamo andati a Genova al Museo Doria.

Una delle cose che ci hanno colpito di piu' è stata questa:
e voi...lo sapete com'è fatta una cellula?



martedì 8 maggio 2012

Primavera e...farfalle...

Dopo tanta pioggia..i bambini avevano voglia di vedere le farfalle e così ci siamo dati da fare...
Le abbiamo stampate (da qui e da qui ), ritagliate, colorate, incollate su strisce di cartoncino pinzato per ottenere una forma circolare ed infine ...abbiamo appeso il tutto sotto l'arco della cucina...














Si è verificato un errore nel gadget