giovedì 28 giugno 2012

Per fare un biscotto, serve la matematica.

Oggi vi posto una conversazione avvenuta fra nonno e nipote che ho ondiviso  in questi giorni su FB nel gruppo schoolmommies.
Premetto che ultimamente in casa si parla spesso di scuola perchè Matteo ha mille domande.
Ieri chiede : 'nonno,  a cosa serve la scuola?'
e questa è stata la risposta del nonno:

''Matteo, la scuola serve per fare i biscotti. 
Occorre la matematica per sapere quante sono tre uova e due etti di zucchero. 
Ma poi nel biscotto c'è anche la chimica per far lievitare il biscotto. E devi anche conoscere la geometria, così pui farei biscotti rotondi, quadrati o triangolari.''

domenica 24 giugno 2012

Angolo studio, voi come vi organizzate?


Matteo iniziera' la prima elementare a settembre e stiamo valutando come e dove creare l'angolo 'scuola'.

Ho fatto queste riflessioni:

1) Angolo studio in camera: bocciato
 ricordo che dormire con 'i compiti' a pochi metri mi metteva ansia fin da piccola. Per cui ho pensato di non mettere nulla relativo alla scuola e lasciare tutto com'è (almeno per ora), quindi  spazio gioco, relax e nanna. 
Questo anche per non creare commistione fra compiti e gioco ed evitare scene del tipo, faccio due serie di 1 e poi gioco col pongo oppure mentre faccio le cornicette mio fratello mi 'sciabola' la pagina.

2) Io , nonostante il suddetto angolo studio in camera, ho sempre studiato e fatto i compiti ovunque tranne in camera mia  e sono andata avanti fino alla laurea  (optavo per la cucina, la  sala, il terrazzo, persino il bagno....ed utilizzavo la camera solo quando strettamente necessario). E onestamente ancora oggi, nonostante uno spazio dedicato, quando lavoro da casa opto per il tavolo della cucina.

Dopo queste considerazioni ho pensato di liberare un ripiano del mobile dello studio e dedicarlo al contenuto della famosa 'shopping list' . Mettero' poi un piccolo tavolino con seggiolina..

In questo modo potremmo creare un momento dedicato ai compiti in un luogo che usualmente non è dedicato al gioco (mentre scrivo quest'ultima frase, non ci credo nemmeno io. Allo stato attuale non esiste un solo angolo della casa in cui non si trovino giochi, libri, colori, pennarelli, carte e molto altro..ma tendenzialmente lo studio è lo spazio meno 'contaminato')

Matteo ha immediatamente rivendicato la proprieta' dello scaffale che ha liberato, pulito, lucidato ed 'etichettato'. Meno male che iniziamo la scuola, così metteremo le Q al posto giusto!

Scrivo questo post per chiedere un vostro parere sull'allestimento di un 'angolo studio'. Come vi siete organizzati?
Per chi si è gia' organizzato, ripensandoci avreste optato per scelte diverse?
Grazie per i vostri pareri.

sabato 23 giugno 2012

la successione Fibonacci ossia..la matematica è dappertutto.

Non voglio certo darvi una lezione sulla successione di Fibonacci (che giusto per la cronaca  è una successione in sequenza di numeri interi naturali ciascun numero della quale è il risultato della somma dei due precedenti).
Invece voglio condividere con voi un video che è stato presentato durante una confereza il cui tema non era particolarmente creativo o ameno, ma il relatore ha lanciato il filmato  per spiegare che sostanzialmente l'uomo è imperfetto (riferito particolarmente al nostro sistema legislativo), ma la natura non lo è.
A me è piaciuto tantissimo e l'ho riguardato diverse volte e durante una di queste Matteo si è fermato a guardarlo con me . 
Mi chiede : 'cosa stai guardando?' ed io rispondo ' la successione di Fibonacci, matematica'.
L'ha guardato affascinato, osservando le forme matematiche che  progressivamente si trasformavano in un nautilus, un girasole o una libellula.


Poi corre da suo papà e gli dice : ''hey lo sai che ho visto la matematica?? e' dappertutto''






 



update: Vi segnalo inoltre un altro post su Learning is Experience sull'argomento e presenta diversi video interessanti oltre ad un simpatico monito per gli insegnanti di matematica.
 Grazie Palmy!

venerdì 15 giugno 2012

Andar per persiane...provenzali

Girovagando  per paesini della Provenza di cose da vedere se ne incontrano
Ma un pomeriggio  i bambini hanno 'rincorso' persiane.....andando a caccia di colori.












domenica 3 giugno 2012

rincorrendo il sole.... fra biciclette e primi bagni.

Questa mattina  quando ci siamo alzati , intravedendo dalla finestra la solita giornata grigia e piovosa che ormai ci accompagna da diversi  week-end, abbiamo tentato un'impresa folle: rincorrere il sole.


Siamo partiti direzione Nizza  con l'intenzione di fermarci solo una volta raggiunto un  cielo terso.

Siamo stati fortunati, a San Lorenzo al Mare ci aspettava il sole.

Ma quello che voglio raccontarvi è quello che abbiamo scoperto.

Sapevate che esiste una pista ciclabile che collega San Lorenzo al Mare (provincia di Imperia) con Ospedaletti costeggiando il mare?
 E' lunga 20 km ed è la piu' lunga del Mediterraneo ed è stata ricavata dall'ex percorso della ferrovia.
E' suddivisa in due sezione, quella per i ciclisti e quella per i pedoni ed è immersa nella vegetazione mediterranea fatta di  rosmarino, origano, lavanda, euforbia, pino marittimo, mirto, fichi d'india.
Se siete in zona, merita una passeggiata o una pedalata per i profumi che si respirano lungo il percorso, per la vista sul mare che toglie il respiro e perchè 20 km di pista ciclabile non si trovano ovunque.
















E dopo la pedalata, ci siamo fatti anche un bagno. 






sabato 2 giugno 2012

Gessi, gessi...ovunque!

Come vi avevo accennato in questo post, Fattore Mamma ci ha inviato una scatola ricca di sorprese.

Ci hanno chiesto di provare alcuni prodotti e dare la nostra opinione.

Il primo esperimento l'abbiamo fatto con i gessi, sono giganti, fatti per disegnare su marciapiedi, muretti e così via.

I colori sono vivaci e brillanti .
Noi anzichè sul marciapiede ..abbiamo disegnato un po' ovunque......
Ecco la nostra  'foto-storia' 




Matteo ha scritto i nostri nomi....

Abbiamo disegnato farfalle...


Si avete visto bene, Matteo avvolge i gessi nella stoffa o nella carta. Ognuno ha le sue manie...
E si!! è vestito da Shere Khan, perchè dal momento della  recita di fine anno all'asilo,ho una tigre che si aggira per casa in continuazione.





Abbiamo colorato tutto quello che ci capitava sotto mano...anche la panchina/bancale e questo ci è valso il ringraziamento di papà,  che vedete sotto

''grazie per l'arte , ma ora dove mi siedo??''



 

Abbiamo rallegrato il tavolo








Poi siamo andati a fare una passeggiata nel bosco e i gessi sono venuti con noi...



Si è verificato un errore nel gadget